23
mag
2017

2 Giugno a Salonicco, Grecia!

to-oraion-ntepot-thessaloniki-by-to-oraion-ntepotstaticmap
Reading/Concerto “Del sangue e del vino”
con Ettore Castagna e Phaidon Hadjantoniou
To Oraion Depot – Ore 21.00
Via Vafopoulou, 18, Thessaloniki, Grecia

Un po’ un reading un po’ un concerto, presentazione in Grecia del primo romanzo di Ettore Castagna, “Del sangue e del vino”
La serata vede dialogare Ettore Castagna e lo storico dell’arte Phaidon Hadjantoniou sui temi del romanzo.
Guest star Mimmo Mellace.

20
mag
2017

Al Salone del Libro…

Salone

19 maggio alle 19.00 … sembra una data simbolica da calendario cinese, da buoni auspici orientali. “Del sangue e del vino” è arrivato al Salone del Libro di Torino e ringrazio tutti gli amici che hanno atteso fedelmente le 19.00, un’ora prima della chiusura, per ascoltarmi.

E’ faticoso passare ore al  Salone del Libro. Si tratta di un’enormità senza silenzio, un oceano agitato di persone, libri e incontenibile rumore di fondo. La guerra delle amplificazioni come il mercatino fuori dalla Moschea Blu a Istanbul. Mi ci sono rintronato per bene una giornata intera ma è stato interessante e pure un goccino educativo. In fondo in fondo le cose che si imparano sono sempre troppe perché un post sul web le possa mai contenere…

10
mag
2017

E anche su Il Foglio …

18424193_10155336768030909_441442037174149852_n-1

“Un affresco visionario dell’Aspromonte grecanico ove il sapore metallico del sangue sgorgato con ferocia si mescola col profumo onirico del vino rubino”.

Oggi, a pag.3 di Il Foglio in edicola trovate la recensione di Gabriella Cantafio su “Del sangue  del vino”

Versione web:

http://www.ilfoglio.it/libri/2017/05/10/news/del-sangue-e-del-vino-133757/

07
mag
2017

Ci vediamo al Salone Internazionale del Libro di Torino

Copertina Dsdv

Io al Salone Internazionale del Libro , il 19 maggio alle 18.00 ci sarò come annunciato.

Mi troverete presso lo spazio regionale della Calabria. Non so se esserne contento perché il programma che circola in rete non prevede tutti gli spazi regionali, nazionali e internazionali. Comunque, anche se non mi trovate sul programmone, io ci sarò lo stesso. Sono disgrazie digitali che capitano…

05
mag
2017

5 Maggio 2017… eccomi apparire sul Corriere della Sera …

IMG_0594

O MakriDimitris è categorico nel suo sms: Guarda il Corriere della Sera, si parla del tuo romanzo. E io non posso disobbedire a MakriDimitris. In fondo oggi è il 5 maggio 2017 e non bisogna dimenticare che Napoleone Bonaparte è morto 196 anni fa. Insomma, il momento è solenne. Esco dal lavoro e vado al bar di fronte che è anche giornalaio. Cinese ma giornalaio. “Per favore il Corriere della Sera” dico. Lui mi guarda dal banco del caffè. Mi raggiunge verso quello dei giornali. Si ferma e si inchina lievemente, rispettosamente. Come per dire che compie con sacralità la vendita del giornale. Dice con serietà officiante: “Colliele di Sela… un eulo e cinquanta”. Mi viene da dire spontaneamente: “glazie!” Devo però ammettere che mi sento un poco scemo. Apro d’un fiato a pagina 31 ed eccomi. Per gentile attenzione di Francesca Bonazzoli sul Corriere ci sono un poco io e un poco “Del sangue e del vino” ad aprire quest’articolo sulla Calabria Greca. D’altra parte O MakriDimitris mi aveva tempestivamente avvertito…

23
apr
2017

La giornata mondiale della giustizia sommaria

Racconto autobiografico breve per tre brevissimi episodi18057973_10155287025915909_6433485014082040087_n

Episodio 1) Bergamo
La mia banca mi chiede di passare a firmare una dichiarazione che non sono cittadino americano… pare che lo chiedano a migliaia di utenti…mi viene da dire che la cosa ha una sua comicità. Ho detto al funzionario che mi ha telefonato che un cugino di primo grado di mia madre, nato a New York dai miei prozii emigrati verso il 1918, che combatteva come pilota USAF, mori abbattuto sulla Sicilia nel ’43… il funzionario ha esitato ma poi ha riso con me.


Episodio 2) Bergamo
Sono fermo al semaforo. Fa caldo, finestrino abbassato. Siamo in pieno centro. Mi arriva una telefonata. Rispondo per dire: “guarda che sta per scattare il verde ti chiamo dopo”… ma lo dico in dialetto, ridendo, ad alta voce. Ho l’impressione che qualcuno mi senta. E’ vero. Mi affianca un signore coi capelli bianchi, giubotto blu e una bici scardellata. “Polizia Locale” mi dice. “Lei è in contravenzione”. Lo guardo incredulo. Mi sorpassa (tanto sono fermo), sale sul marciapiede e mi guarda. Fa come per volersi prendere la targa. Io lo guardo, lui mi guarda. Poi scatta il verde. Io penso che è un matto e me ne vado. Chiamo alla polizia locale e chiedo. Mi affianca un tizio così e così, ne sapete nulla? No, non siamo noi. Ok, allora credo che si deve essere trattato di uno sceriffo bergamasco autonominato, il Pecos Bill del quartiere Malpensata.


Episodio 3) Bergamo
Arrivo a casa ed apro la buca dello posta. Multa dell’Ufficio Iva. A febbraio 2016 dovevo depositare una delega a 0 (Zero), ripeto zero euro dovuti, ripeto una formalità. Me l’ero scordata e l’ho depositata a luglio 2016. 111 euro di multa. 111 euro di multa perché gli dovevo zero euro e ho ritardato a comunicarlo.
Questo non è più Pecos Bill, credo che sia Buñuel…
Così è andata una strana giornata bergamasca di aprile 2017. Deve essere stata la giornata mondiale della giustizia sommaria: devo giustificarmi di non essere americano comunque, uno sconosciuto mi multa per finta sul nulla infine mi arriva una multa vera sempre sul nulla…